Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google


29 Maggio - S. Maria Maddalena de' Pazzi Vergine.


La famiglia de' Pazzi, al cui nome è legata la celebre congiura contro il granduca de' Medici, all'epoca della nostra santa era ancora tra le più importanti di Firenze rinascimentale, opulenta e festaiola. Caterina de' Pazzi (Maria Maddalena è il nome assunto dalla santa carmelitana alla professione religiosa) nacque nel 1 5 66, in un secolo ricco di avvenimenti nella storia civile e religiosa d'Italia e contrassegnato dalla fioritura eccezionale di grandi santi. A suo modo anche Maria Maddalena de' Pazzi partecipò alla situazione storica e sociale del suo tempo scrivendo lettere molto coraggiose al papa, ai cardinali, ai vescovi e ai prìncipi, additando le cause dei mali che affliggevano la Chiesa nelle deficienze spirituali dei cristiani e dei loro pastori.

È questo uno dei lati stupefacenti della santa, associata alla passione di Cristo con le stimmate e gli altri fenomeni mistici come le visioni, le estasi, i rapimenti, durante i quali disquisiva di ardue questioni teologiche. Tre consorelle, incaricate dal direttore spirituale, trascrivevano le rivelazioni di suor Maria Maddalena. Il libro, intitolato Contemplazioni e redatto in maniera tanto eccezionale, è considerato un importante trattato di teologia mistica e ci svela al tempo stesso l'itinerario spirituale della santa, entrata a diciott'anni nel più austero convento fiorentino, quello delle carmelitane.

Fin da giovinetta Caterina de'Pazzi si mostrò più incline alla devozione che alla vita gaia del suo tempo. Ebbe infatti il privilegio, allora raro, di accostarsi alla prima comunione all'età di dieci anni. Dato l'addio ai mondo e mutato nome, suor Maria Maddalena fu strumento docile della grazia divina, attraversando tutti gli stadi dell'esperienza mistica, dalle arditezze della contemplazione alle maceranti prove della notte dei sensi, nel buio abissale dell'aridità spirituale, durata cinque anni, durante i quali fu provata nella fede, nella speranza e nella carità. E finalmente, nella Pentecoste dell 590, il suo spirito fu nuovamente sommerso a avivida luce dell'estasi, ritemprandosi per la prova successiva, quella del dolore fisico.

Martoriata nel corpo da ulcere dolorosissime, quando il dolore diveniva insopportabile, suor Maria Maddalena, scelta dal suo Ordine come maestra delle novizie, trovava la forza di ripetere le parole che divennero il motto della sua vita: « Pati, non mori », patire e non morire. Morì il 25 maggio 1607, nel convento di S. Maria degli Angeli, a Firenze. Fu canonizzata nel 1669.



7 Doni dello Spirito Santo

I Frutti dello Spirto Santo

Novena allo Spirito Santo

 
 

Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre
 
 


Home Page