Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google


28 Maggio - S. Beda Venerabile Sacerdote e dottore della Chiesa.


Il nome Beda o Baeda in lingua sàssone vuol dire preghiera. S. Beda, « padre dell'erudizione inglese » come lo definì lo storico Burke, morì sessantatreenne nell'abbazia di Jarrow, in Inghilterra, dopo aver dettato l'ultima pagina di un suo libro e aver recitato il « Gloria Patri». Era la vigilia dell'Ascensione, il 25 maggio 735. «Ho vissuto abbastanza, disse, sentendo approssimarsi la morte - e Dio ha ben disposto della mia vita ». Beda, nato nel 672 da una modesta famiglia operaia di Newcastle, ricevette la sua formazione nei due monasteri benedettini di Wearmouth e Jarrow, dove fu ordinato sacerdote a ventidue anni.

Le più grandi soddisfazioni della sua vita vennero da lui stesso compendiate in tre verbi: imparare, insegnare, scrivere. La maggior parte della sua opera di scrittore trova origine e scopo nell'insegnamento. Scrisse di filosofia, cronologia, aritmetica, grammatica, astronomia, musica, medicina, sull'esempio dello spagnolo S. Isidoro. Ma S. Beda è soprattutto un teologo, dal linguaggio fluido e semplice, accessibile a tutti.

Egli si pone come uno dei padri di tutta la cultura posteriore, influendo, attraverso la scuola di York e la scuola carolingia, su tutta la cultura europea. Tra i monumenti insigni della storiografia resta la sua Historia ecclesiastica gentis Anglorum, per la quale meritò di essere proclamato al sinodo di Aquisgrana, nell' 836, « venerabilis et modernis temporibus doctor admirabilis». Amava definirsi « historicus verax », storico veritiero, con la consapevolezza di aver reso un servizio alla verità.

Concluse la sua voluminosa opera storica con questa preghiera: « Vi supplico, mio Gesù, che mi avete accordato di attingere con delizia alle parole della vostra saggezza, di accordarmi nella vostra misericordia di giungere un giorno a Voi, sorgente della sapienza, e di contemplare il vostro volto ». Il papa Gregorio II l'aveva chiamato a Roma, ma Beda lo supplicò di lasciarlo nella laboriosa solitudine del monastero di Jarrow, dal quale si allontanò soltanto per pochi mesi, per porre le basi della scuola di York, dalla quale uscì poi il celebre Alcuino, maestro alla corte carolingia e fondatore del primo studio parigino.

Dopo aver dettato l'ultima pagina del suo Commento a Giovanni, « adesso reggimi il capo disse al monaco scrivano - e fa' che possa volgere gli occhi al luogo santo dove ho pregato, perché mi sento invadere da una grande dolcezza ». Furono le ultime sue parole.



7 Doni dello Spirito Santo

I Frutti dello Spirto Santo

Novena allo Spirito Santo

 
 

Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre
 
 


Home Page