Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google


3 Maggio - Ss. Filippo e Giacomo Apostoli.


Gli evangelisti Matteo, Marco e Luca ci danno di Filippo soltanto il nome e il luogo di nascita: Betsaida. Giovanni ci fornisce maggiori ragguagli sulla personalità di Filippo, presentàndocelo anzitutto legato da amicizia con l'apostolo Natanaele-Bartolomeo, che egli presenta a Gesù: « Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè, nella Legge e i Profeti... Vieni e vedi».

Nel racconto della miracolosa moltiplicazione dei pani è a Filippo che Gesù rivolge la ben nota domanda: « Dove compreremo pane, perché questa gente possa mangiare? ». Filippo non comprende il significato della domanda e dopo aver dato un'occhiata alla folla risponde: « Pane per duecento denari non basta anche a volerne dare un pezzetto ciascuno».

L'indole alquanto impacciata di Filippo viene a galla nell'ultima notizia evangelica che lo riguarda. Nell'ultima Cena Gesù parla ai suoi apostoli dell'arcano mistero trinitario.

Il povero Filippo è subissato dal mistero, ma taglia corto: « Signore, mostraci il Padre e ci basta! ». Il seguito della vita di Filippo è avvolto nell'oscurità, come pure la sua morte.

La tradizione più comune afferma che Filippo morì crocifisso a Gerapoli, al tempo dell'imperatore Domiziano, o addirittura di Traiano, all'età di 87 anni. Le sue reliquie sarebbero state trasportate a Roma e composte insieme a quelle di S. Giacomo nella chiesa dei Ss. Apostoli. Questo sarebbe il motivo per cui la Chiesa latina festeggia unicamente i due apostoli.

S. Giacomo, che l'evangelista Marco chiama «il Minore» per distinguerlo dall'omonimo fratello di Giovanni, entra in scena come vescovo di Gerusalemme, dopo il martirio di Giacomo il Maggiore, nel 42, e l'allontanamento di Pietro da Gerusalemme. La sua immagine austera balza dalla lettera che egli indirizzò a modo di enciclica a tutte le comunità cristiane. Vi si leggono forti espressioni di monito che a distanza di diciannove secoli sono di estrema attualità: « 0 ricchi, piangete per la miseria che verrà su di voi... Ecco, la mercede che voi avete defraudata agli operai, che han mietuto i vostri campi, grida... ».

Sulla morte di S. Giacomo possediamo notizie di antica data. Tra le più ragguardevoli, quella che ci tramanda lo storico ebreo Giuseppe Flavio, secondo il quale l'apostolo sarebbe stato condannato alla lapidazione nel 61 o 62 dal sommo sacerdote Anano II, che aveva approfittato dell'interregno seguito a a morte del procuratore Festo per eliminare il vescovo di Gerusalemme.


7 Doni dello Spirito Santo

I Frutti dello Spirto Santo

Novena allo Spirito Santo

 
 

Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre
 
 


Home Page