Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google


2 Luglio - S. Bernardino Realino Sacerdote.


La città di Lecce ha un primato: quello di aver eletto il proprio santo protettore non solo prima che questi fosse proclamato ufficialmente santo dalla Chiesa, ma addir ttura prima ancora che il protettore in questione si accomiatasse da questo mondo. Infatti, prima che il pio gesuita Bernardino Realino morisse, il consiglio municipale di Lecce si recò al capezzale del morente per pregarlo di accettare ufficialmente la protezione della città. Probabilmente i cittadini di Lecce, che ebbero la ventura di ospitare un sant'uomo al quale accorrevano discepoli da ogni parte d'Italia, temevano che la protezione del futuro santo fosse reclamata dalla cittadina di Carpi, dove Bernardino Realino era nato il 10 dicembre 1530.

Negli anni giovanili Bernardino colse lusinghieri successi letterari, frutto di un vivo amore agli studi umanistici, iniziati tra le pareti domestiche, sotto la guida di buoni precettori, e proseguiti prima all'Accademia di Modena, poi all'università di Bologna, dove frequentò per tre anni i corsi di filosofia e di medicina, per passare poi a quelli di diritto civile ed ecclesiastico in cui si laureò nel 1556. Per la brillante carriera amministrativa, intrapresa sotto la protezione del governatore di Milano, presso il quale suo padre prestava servizio, Bernardino Realino può essere invocato come protettore di talune categorie di cittadini, che ritengono probabilmente di poter contare su pochi santi: Bernardino fu infatti podestà a Felizzano nel Monferrato (per garantire l'imparzialità nell'amministrazione cittadina un tempo il podestà, cioè il sindaco, veniva importato da altri paesi), fu avvocato fiscale ad Alessandria, quindi di nuovo podestà a Cassine, poi pretore a Castel Leone, e infine scese a Napoli in qualità di uditore e luogotenente generale.

Le immagini devozionali del santo ce lo raffigurano in atto di accogliere tra le braccia il Bambino Gesù. Fu infatti in seguito all'apparizione della SS. Vergine e del Bambino che Bernardino abbandonò la brillante carriera amministrativa per entrare a far parte della Compagnia di Gesù, nel 1564; tre anni dopo ricevette l'ordine sacerdotale e venne nominato direttore spirituale e maestro dei novizi. Inviato a Lecce nel 1574 per l'erezione di un collegio, rimase in questa città fino alla morte, avvenuta il 2 luglio 1616. Eletto, come si disse, protettore della città prima della morte, fu beatificato nel 1895 da Leone XIII e canonizzato da Pio XII il 22 giugno 1947, e proposto come esempio di educatore.



Vangelo
di ogni Giorno
con Commento

 
 

Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre
 
 


Home Page