Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google


12 Giugno - S. Gaspare del Bufalo Sacerdote.


S.Vincenzo Strambi, che gli fu compagno nelle missioni tenute nelle campagne laziali, lo definì «terremoto spirituale ». La gente che accorreva ad ascoltare le sue prediche lo chiamava «angelo della pace ». Con le armi pacifiche della parola e della carità riuscì infatti ad arginare l'impressionante fenomeno del banditismo che infestava le campagne attorno a Roma.

Una predizione fatta da una pia religiosa nel 1810 diceva che in tempi di grandi calamità per la Chiesa sarebbe sorto uno zelante sacerdote, il quale avrebbe scosso i popoli dalla indifferenza mediante la devozione al Prezioso Sangue, del quale egli sarebbe stato la «tromba». In quell'anno, Gaspare del Bufalo, sacerdote da due anni, era stato imprigionato per aver rifiutato il giuramento di fedeltà a Napoleone.

Gaspare, nato a Roma il 6 gennaio 1786, da Antonio e Annunziata Quartieroni, aveva iniziato in sordina la sua opera di evangelizzazione della gente di borgata, dedicandosi ai «barozzari», cioè ai carrettieri e ai contadini dell'agro romano. Sono questi i personaggi, ritratti dal Pinelli, che danno un'immagine suggestiva della Roma del primo Ottocento: i barozzari avevano trasformato il Foro Romano, ai piedi del Palatino, in deposito e mercato di fieno. Liberato dal carcere, dopo la caduta di Napoleone, Gaspare del Bufalo ebbe da Pio VII e poi da Leone XII l'incarico di dedicarsi alle missioni popolari per la restaurazione religiosa e morale dello Stato Pontificio.

Egli intraprese questa nuova crociata nel nome del Prezioso Sangue di Gesù, della cui devozione divenne ardente apostolo, fondando nel 1815 la Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue e nel 1834, coadiuvato dalla B. Maria De Mattias, l'Istituto delle Suore Adoratrici del Preziosissimo Sangue. Quando morì, a Roma il 28 dicembre 1837, in una stanza sopra il Teatro Marcello, S. Vincenzo Pallotti, suo coetaneo, ebbe la visione della sua anima che saliva incontro a Cristo come una stella luminosa. La fama della sua santità non tardò a diffondersi in tutto il mondo. Beatificato nel 1904, è stato canonizzato da Pio XII nel 1954.

Ben più tardi di lui, il l novembre 1975, ha raggiunto la gloria dei beati un altro Gaspare, poco più anziano di lui, Gaspare Bertoni, nato a Verona nel 1777 e morto il 12 giugno 1853. Questi, la cui festa ricorre appunto il 12 giugno, può esser considerato una vera immagine del Crocifisso, che egli additò all'adorazione dei suoi Stimmatini, avendo subìto, dai 35 ai 76 anni, poco meno di 300 interventi chirurgici.


Vangelo
di ogni Giorno
con Commento

 
 

Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre
 
 


Home Page