Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google





14 Gennaio - B. Veronica da Binasco Religiosa.


Nata a Binasco, in provincia di Milano, nel 1445, da umili contadini, Veronica entrò all'età di ventidue anni nel convento agostiniano di S. Marta a Milano, nel quale trascorse trent'anni di vita religiosa con l'umile mansione di suora questuante. Ma dieci anni dopo la sua morte, avvenuta il 13 gennaio 1497, Leone X ne concedeva già il culto privato. Negli anni trascorsi in famiglia aveva appreso soltanto il rude mestiere del contadino. 

Non aveva frequentato alcuna scuola ed entrando nel monastero dovette faticare parecchio sulle pagine dell'abbecedario per imparare a leggere e a scrivere: scarsi furono i risultati, perché era una ragazza abituata più al peso della zappa che alla leggera penna d'oca. Ciononostante ella apprese la più importante lezione di vita ascetica, quando la Vergine le rivelò in una visione quale fosse la via da seguire per apprendere la scienza divina che conduce a Dio: la purezza del cuore, la pazienza verso il prossimo, che non ci fa scandalizzare delle colpe ma ci induce a pregare per quanti le commettono, e, terza lezione, la quotidiana meditazione sulla passione di Gesù.

Perché fissasse nella memoria queste semplici ma preziose nozioni, la Vergine gliele tradusse non in lettere d'alfabeto, ma con poetica simbologia di colori: il bianco della purezza e dell'amore di Dio, il nero della pazienza e il rosso della passione. Così la sapienza di questa umilissima monaca analfabeta attinse direttamente alla fonte divina, senza intermediari, e benché non avesse mai aperto un libro di teologia e tanto meno un trattato di psicologia, suor Veronica stupiva quanti l'avvicinavano. per l'arditezza della sua dottrina e per la chiara intuizione che ella aveva delle altrui afflizioni. Del resto suor Veronica era quotidianamente a contatto della gente, perché il suo compito era quello di stendere la mano di porta in porta. Ma ella dava più di quanto riceveva, spezzando con quanti avvicinava il pane che nutre l'anima.

Volle anche andare a Roma, su invito della Vergine, per recare un messaggio al papa, il tanto denigrato Alessandro VI. Il papa (un sincero devoto della Madonna, nonostante tutto) l'accolse benevolmente e ne ascoltò con attenzione le confidenze, avendo compreso di trovarsi di fronte ad un'anima segnata dalla predilezione divina. Dotata del dono della profezia, la B. Veronica ne fece uso anche per preannunciare il giorno e l'ora del suo passaggio all'eternità. La profezia si avverò puntualmente, e suor Veronica chiuse serenamente gli occhi al tocco della campana che chiamava le consorelle alla recita di compieta, il 13 gennaio 1497.






Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Home Page