Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google





9 Gennaio - Ss. Giuliano, Basilissa, e B.Gregorio X. Martiri e papa.


La vicenda terrena di Giuliano e Basilissa può essere nettamente suddivisa in tre periodi. Il primo fu quello della loro formazione umana e cristiana e della decisione, presa da Giuliano e condivisa da Basilissa, di vivere verginalmente nel matrimonio abbracciato per accondiscendere alla richiesta dei loro genitori. Morti questi ultimi, i due casti sposi si separarono per fondare un monastero lui di uomini e lei di donne, nei quali l'impegno spirituale non escludeva, ma anzi si manifestava efficacemente in una intensa attività caritativa.

Il terzo periodo consistette nella preziosa testimonianza del sangue resa non solo da Giuliano, ma anche da un folto gruppo da lui animato, come narra con un certo rilievo il Martirologio Romano: « Ad Antiochia [in realtà dicono gli studiosi che si tratta di Antinoe, sotto Diocleziano e Massimiano, [si celebra] il natale dei santi Giuliano Martire e Basilissa Vergine, moglie del medesimo Giuliano. Questa, avendo col marito conservata la verginità, in pace finì la vita. Giuliano poi, dopo che vide arsa viva una moltitudine di Sacerdoti e di Ministri della Chiesa di Cristo, i quali, per la crudeltà della persecuzione si erano rifugiati presso di loro, anch'egli per ordine del Preside Marciano fu straziato con moltissimi tormenti e condannato alla pena capitale. Con lui patirono pure Antonio Prete, Anastasio, che dal medesimo Giuliano era stato risuscitato da morte e fatto partecipe della grazia di Cristo, Celso fanciullo insieme con sua madre Marcionilla, sette fratelli e moltissimi altri».

Ben diversa fu la vicenda terrena del beato piacentino Tedaldo Visconti, che fu papa dal 1271 al 1276. Nato intorno al 1210, aveva un temperamento mite e sereno che lo fece ammirare da un influente concittadino cardinale, il cistercense Giacomo da Pecorara, che lo volle con sé a Lione, dov'era in programma un grande concilio, a Piacenza, Liegi e Roma, in cui soggiornò più a lungo. Fu anche a Parigi, dove ebbe come condiscepoli S. Bonaventura e S. Tommaso.

La sua elezione a papa, avvenuta al termine del triennale conclave di Viterbo, gli giunse mentre era in Terrasanta, dove pure accolse i fratelli Polo reduci dalla loro avventura nell'estremo Oriente e poté rendersi conto della necessità di, una crociata, intorno alla quale si polarizzò il suo impegno. La promosse senza esito nell'importante secondo concilio di Lione (1274), che realizzò un'effimera, perché ambigua, riunione con gli Orientali.






Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Home Page