Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google





5 Gennaio - Ss. Emiliana e Tarsilla e Giovanni N. Neumann. Religiosi.


In questo giorno, vigilia dell'Epifania, ossia della « manifestazione » di Cristo alle genti, riuniamo il ricordo di due sante e un santo che nella loro stessa diversità manifestano l'universalità della salvezza e della chiamata alla santità. La nobile e senatoriale famiglia romana Anicia ebbe il privilegio di donare alla Chiesa il papa S. Gregorio Magno, «un piccolo uomo molto grande» come lo definisce il Mommsen, contrapponendo la sua scarsa prestanza fisica e la salute cagionevole alla grandezza spirituale e alle eccellenti qualità di uomo di governo. Ebbero parte nella formazione del ragazzo predestinato il padre, senatore Gordiano, la mamma S. Silvia e due sante zie paterne Tarsilla ed Emiliana (o Amelia).

È lo stesso S. Gregorio Magno che ci parla di queste zie, commentando il passo evangelico in cui Gesù dice che molti sono chiamati ma pochi gli eletti. Egli ricorda che insieme ad Emiliana e Tarsilla, anche una terza zia, Gordiana, aveva deciso di consacrarsi al Signore, conducendo vita ascetica nella casa paterna. Ma soltanto le prime due avevano saputo perseverare e progredire nella via della santità e della fedeltà alla propria vocazione. La zia Gordiana, invece, era ritornata a poco a poco alle antiche abitudini mondane, fino ad abbandonare il proposito della verginità, sposando il suo stesso amministratore.

S.Gregorio ci riferisce ancora un episodio simpatico delle zie: Tarsilla era morta da qualche giorno quando Emiliana si sentì rivolgere da lei questo invito: «Veni, ut quia Natale Dominicum sine te feci, sanctam Theophaniam iam tecum faciam (Ho festeggiato il Natale del Signore senza di te, ma vieni perché possiamo festeggiare insieme la S. Epifania)». Non conosciamo la data esatta della morte di Emiliana, ma la tradizione vuole che fosse proprio il 5 gennaio, vigilia dell'Epifania.

In un altro 5 gennaio più vicino a noi, nel 1860, mentre compiva un gesto di delicatezza verso un suo sacerdote, moriva a Filadelfia, negli U.S.A., colui che la gente chiamava affettuosamente « il nostro piccolo vescovo », Giovanni Nepomuceno Neumann. In 30.000 sono venuti d'oltreoceano per partecipare alla sua glorificazione suprema, il 19 giugno 1977, mentre la cerimonia della canonizzazione veniva diffusa anche via satellite. Il Neumann era giunto negli U.S.A. nel aiuano 1836, dopo 40 giorni di nave, perché nella sua diocesi boema non c'era bisogno di preti. Fu l'iniziatore delle scuole parrocchiali americane.






Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Home Page