Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google
 

La vita, la leggenda, i miracoli dei Santi festeggiati ogni giorno secondo il Calendario Romano

CALENDARIO DEL MESE DI FEBBRAIO

Per la fede cattolica, "santo" è colui che sull'esempio di Gesù Cristo, animato dall'amore, vive e muore in grazia di Dio; in senso particolare è colui che in vita si è distinto per l'esercizio delle virtù cristiane in forma eroica o per aver dato la vita a causa della fede (i martiri). La Chiesa cattolica, attraverso un atto proprio del magistero del Papa, proclama santo una persona solo in seguito all'esito di un articolato procedimento detto canonizzazione.

9 Febbraio - S. Apollonia Vergine e martire.


I sei anni dal 243 al 249, durante i quali le sorti dell'impero furono rette da Filippo l'Arabo, sono considerati una parentesi di tregua del regime persecutorio anticristiano. e u timo anno, tuttavia, avvenne un episodio che attesta la non sopita avversione al cristianesimo, almeno in provincia. Ce ne parla Dionigi, vescovo di Alessandria d'Egitto, in una lettera a Fabio di Antiochia. Un ciarlatano alessandrino, « maligno indovino e cattivo poeta », aveva sobillato la popolazione, sempre pronta ad agitarsi, e provocato una rivolta contro i cristiani, durante la quale molti seguaci di Cristo vennero fiagellati e lapidati.

Una vergine, di nome Apollonia, prima di essere bruciata viva, subì atroci sevizie. « Tutti si gettano sulle case dei cristiani - scrive con vivacità Dionigi; - ognuno entra presso di quelli che conosce, presso i vicini, saccheggia e devasta; portano via nelle pieghe delle vesti tutti gli oggetti preziosi, gettano via o bruciano le cose senza valore. Si sarebbe detta una città presa e saccheggiata dal nemico. I pagani presero poi l'ammirabile vergine Apollonia, già avanzata in età. Le colpirono le mascelle e le fecero uscire i denti. Poi, avendo dato fuoco ad un rogo fuori della città, la minacciarono di gettarvela viva, se non avesse pronunciato assieme a loro parole empie. Ella chiese che la lasciassero libera un istante: ottenuto ciò, saltò rapidamente nel fuoco e fu consumata».

Il martirio della quarantenne Apollonia, proprio per la sua apparenza di suicidio, dovette suscitare il problema se sia lecito darsi volontariamente la morte per non rinnegare la fede. Se ne trova un'eco anche nel De civitate Dei di S. Agostino, il quale in fondo non prende posizione. Il gesto della martire Apollonia, tuttavia, e la sua vita intemerata (a renderla bersaglio dell'odio dei pagani era appunto l'apostolato che ella svolgeva in seno alla comunità cristiana) suscitarono emozione e devozione anche oltre i confini della provincia africana in cui ella aveva consumato il suo sacrificio, e il suo culto si diffuse in Oriente e in Occidente.

In varie città europee sorsero chiese a lei dedicate. A Roma le fu eretta una chiesa, oggi scomparsa, presso S. Maria in Trastevere. Sulla sua vita, di cui non possediamo altre notizie, la leggenda ha ricamato un'inverosimile storia di una giovane figlia di re uccisa dal suo stesso padre perché convertitasi al cristianesimo. Ma al di là della leggenda, che tanto peso ebbe nella popolarità di questa santa, che viene invocata contro il mal di denti, resta il suo esempio di generosa e incondizionata offerta a Cristo.






Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Home Page