Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google




10 Dicembre - Madonna di Loreto



Qui gli Angeli innalzarono il Santo Albergo, - che già Maria col santo Figlio accolse, - e il portar sovra i nembi e sovra l'acque. - Miracol grande a cui sollevo ed ergo - La mente che altro obbietto a terra volse, - mentre dai suoi pensier oppressa giacque. - Questo è quel monte che onorar ti piacque - delle tue sante mura, - Vergine casta e pura - del Re dei regi... ». Questi versi, modesti di fattura e che però testimoniano una sincera partecipazione d'animo, sono stati dettati da Torquato Tasso, in occasione di un suo pellegrinaggio alla Santa Casa di Loreto.

Il grande poeta epico, autore della Gerusalemme Liberata, è stato uno dei mille e mille pellegrini che hanno voluto rendere omaggio a quella che reiterate testimonianze hanno considerato la dimora terrena della B. Vergine, e perciò il luogo in cui, con l'annuncio dell'Angelo, avvenne il prodigio dell'Incarnazione del Verbo.

Un altro poeta, ben più modesto, il monaco vallombrosano Bartolomeo, verso la fine del 1400 aveva redatto i versi seguenti: « Com'io vi dico, questa chiesa santa - camera fu della Vergin beata - sì come la scriptura aperto canta, dov'ella nacque e fu annunciata - in quella con Gesù sua dolce pianta - fin ch'ebbe dodici anni accompagnata - con lui in quella si posò e stette - nella città che è detta Nazarette ».

Di lì a pochi anni sarebbe venuto a Loreto a sciogliere il voto suo e dei suoi compagni un marinaio che aveva compiuto con Cristoforo Colombo il «grande viaggio». Ancora più significativi furono i pellegrinaggi di oltre cinquanta papi e di grandi santi, come Brigida, Ignazio di Loyola, Luigi Gonzaga, Francesco di Sales, Carlo Borromeo, Alfonso de' Liguori ecc.

Proprio questo aspetto dei pellegrinaggi, che ancor oggi proseguono intensamente, al punto che si parla di Loreto come della « Lourdes italiana », indica che « qui vi è qualcosa », anche se molti studiosi hanno messo in dubbio che ci si trovi in presenza dell'autentica casetta di Nazaret, abitata dalla Sacra Famiglia, qui giunta in maniera prodigiosa, trasportata dagli Angeli. E fu proprio la convinzione di questa prodigiosa traslazione che spinse papa Benedetto XV a costituire la B. Vergine Lauretana «patrona principale presso Dio di tutti gli aeronauti», come si esprime il Martirologio Romano. Alla Vergine di Loreto faceva perciò riferimento Umberto Nobile, reduce dalla sua straordinaria avventura al Polo: « In alto, veglia azzurra la bella Madonna di Loreto, la cui immagine ancora una volta fu intatta nella terribile caduta ».






Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Home Page