Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google




3 Aprile Santi Sisto I, II e III papi



Il nome Sisto è stato portato da cinque papi, i primi tre dei quali vengono onorati come santi. Li ricordiamo insieme nel giorno dedicato al primo di essi, poiché la memoria di Sisto II, l'unico rimasto nel calendario universale, cade il 7 agosto, giorno in cui viene ricordato anche S. Gaetano da Thiene. Sesto papa (di qui forse il suo nome), S. Sisto I esercitò il ministero pontificio tra il 115-117 e il 125-129. La tradizione vuole che egli sia un romano della via Lata, figlio di un certo Pastore. Tra gli atti del suo pontificato si ricordano il divieto ai laici e particolarmente alle donne di toccare i vasi sacri e d'altra parte l'invito al popolo ad unire la propria voce a quella del celebrante nel canto del trisagio o "sanctus".

Controversa è invece la prescrizione delle lettere testimoniali per i vescovi di ritorno da Roma, a dimostrazione della loro piena comunione con la sede di Pietro. Controverso è pure se egli sia morto martire (la tradizione che lo afferma è piuttosto tardiva), mentre sembra accertata la presenza delle sue reliquie ad Alatri, dove giunsero in maniera prodigiosa, poiché la mula che le portava non volle procedere oltre nel cammino.

Sicuramente martire è invece Sisto II, papa dal 30 agosto 257 al 6 agosto 258: in ottemperanza alla prescrizione di Valeriano, che aveva comminato la decapitazione "in loco" e la confisca dei beni di vescovi, presbiteri e diaconi, Sisto Il venne ucciso con sei diaconi, mentre il settimo, S. Lorenzo, lo avrebbe seguito qualche giorno dopo. Sepolto nella cripta dei papi delle catacombe di S. Callisto, fu molto celebre, come mostra la presenza del suo nome nel Canone romano della Messa. Ponzio, l'autore della biografia di S. Cipriano, che diede anch'egli notizia del suo martirio, lo definì "sacerdote buono e pacifico". S.Sisto III visse un paio di secoli più tardi e fu papa dal 432 al 440.

Egli contribuì alla definitiva sconfitta del pelagianesimo,cui aveva aderito egli stesso da prete, prima che venisse condannato da papa Zosimo, e che combatté poi con tale accanimento che S. Agostino lo dovette invitare alla moderazione.

Intervenne inoltre per il ristabilimento della comunione tra S. Cirillo d'Alessandria e Giovanni di Antiochia: " Il beato Pietro apostolo ha tramandato nei suoi successori quanto egli ricevette... Non è, poca la preoccupazione e il lavoro che ci incombe, perché la Chiesa sia senza macchie e senza rughe". Fu anche un papa costruttore: a lui si deve la basilica di S. Maria Maggiore e il compimento e ampliamento di altre chiese romane.






Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Home Page