Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google


11 Agosto - S. Chiara Vergine.


Nel 1225, l'anno precedente alla morte, Francesco di Assisi, ammalato e quasi cieco, aveva bussato alla porta del convento di S. Damiano, dove da tanto tempo sorella Chiara attendeva la consolazione di una sua visita, e chiese di essere ospitato. Per rispettare la clausura volle essere adagiato sulla nuda terra in una capanna di paglia, nell'orto. P- qui che il Giullare di Dio effuse la sua riconoscente preghiera al Signore con il Cantico difrate Sole, il più bell'inno alla gioia. Con questo gesto Francesco sembra abbia voluto privilegiare la più fedele ed entusiasta interprete del suo ideale ascetico, per il quale Chiara o Clara, ostacolata dai familiari contrari alla sua scelta, dovette fuggire di casa a diciannove anni. La bellissima fanciulla, nata nel 1193 ad Assisi da ricca famiglia, con insolita audacia si presentò, la notte del 18 marzo 1212, nella oscura chiesetta di S. Maria degli Angeli, ai piedi del monte su cui sorge Assisi, dov'erano ad attenderla Francesco e i suoi frati. Il santo le recise la lunga chioma e le pose sulle spalle il ruvido saio di lana grezza, facendole pronunciare i voti di obbedienza, castità e povertà.

Poi Chiara fu accompagnata nel vicino monastero benedettino, dal quale più tardi Francesco la tolse per condurla nel poverissimo convento di S. Damiano, destinato alle monache del Secondo ordine francescano, che dal nome di Clara vennero in seguito chiamate clarisse. Abbandonata la ricca dimora, anche la madre e la sorella di Chiara, Ortolana e Beatrice, entrarono poi nell'austero convento. La risposta della giovane Chiara all'ideale francescano di povertà fu totale. Per essere al passo col maestro chiese e ottenne il « privilegium paupertatis » che la privava anche della possibilità di avere qualcosa per sé. Alla morte di Francesco, nel 1226, ottenne che il suo corpo fosse introdotto nella clausura perché le suore potessero contemplarne il volto. Ma Chiara ebbe il singolare privilegio di vedere proiettate sulle pareti della piccola cella disadorna le immagini vive del santo e i riti delle solenni funzioni che si svolgevano a S. Maria degli Angeli.

Per queste prodigiose visioni Chiara ha avuto il titolo di protettrice della televisione, auspicio, anche nel nome, di chiarezza espressiva. Chiara sopravvisse 27 anni alla morte del serafico fondatore. L'inviato di papa Innocenzo IV recò la lungamente attesa bolla di approvazione del privilegio della povertà a Chiara la mattina dell' 11 agosto 1253, solo pochi istanti prima che la santa si congedasse per sempre dalla vita terrena. Due anni dopo, la canonizzazione.


Vangelo
di ogni Giorno
con Commento

 
 

Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre
 
 


Home Page