Il Santo del Calendario Come inserire un font di Google


3 Agosto - S. Lidia


Lidia, primizia del cristianesimo in Europa, essendo nativa di Tiatìra, città dell'Asia proconsolare, era pagana ma «timorata di Dio», cioè una prosèlita della religione ebraica a Filippi in Macedonia, dove l'apostolo Paolo, in compagnia di Sila, Timoteo e Luca, si era recato durante il secondo viaggio missionario, tra gli anni 50 e 53. I missionari di Cristo, dopo aver posto piede sul suolo europeo, attesero i ' 1 sabato per incontrare i correligionari Ebrei in un luogo lungo il fiume, dove presumibilmente si sarebbero radunati, in mancanza di una sinagoga, per la preghiera in comune e la lettura di qualche pagina della Scrittura. «Il sabato narra S. Luca negli Atti degli apostoli - si uscì fuori di porta e c'incamminammo verso il fiume, dove si pensava che si trovasse un luogo di preghiera. Ci mettemmo a sedere e si parlò alle donne ivi radunate. Una di loro, chiamata Lidia, venditrice di porpora, della città di Tiatìra, timorata di Dio, stava ascoltando. Il Signore le aprì il cuore, perché potesse intendere quello che Paolo diceva».

Si ritiene che Lidia godesse di una certa agiatezza e di molta autorità in seno alla sua famiglia, dato il pregio della stoffa che commerciava e se fu sufficiente la sua testimonianza perché anche i suoi familiari chiedessero di essere battezzati, accettando i missionari in casa come graditi ospiti. I missionari di Cristo, usciti quasi alla ventura, fecero in tal modo la prima conquista in terra europea: una donna, Lidia, prototipo e simbolo di tutte le donne che avrebbero recato tra le pareti domestiche la fiaccola della fede in Cristo. La ricca mercantessa, docile alla grazia, aveva anteposto gli interessi dello spirito a quelli economici, trascurando il commercio per raccogliersi con altre donne nella «proseuca», o luogo di preghiera, presso le rive del fiume Gangas.

Lidia, riconoscente per la gioia arrecata alla sua anima dalle parole dell'Apostolo e dalla grazia battesimale, pregò con dolce insistenza, anzi « costrinse » i missionari ad accettare la sua ospitalità. La casa di Lidia divenne in tal modo il primo centro comunitario, la prima « ecclesia » in Europa. Per la Chiesa di Filippi, forse anche per merito di Lidia, S. Paolo ebbe parole di commovente tenerezza, chiamando questi fratelli in Cristo « cari e desideratissimi, gioia e corona». Pur mancandoci ogni notizia sul culto di S. Lidia, prima che il Baronio ne introducesse la memoria nel Martirologio Romano, i contrassegni della sua santità sono evidenti nella sua pronta risposta alla grazia.


Vangelo
di ogni Giorno
con Commento

 
 

Indice Calendario Dei Santi:

Gennaio Febbraio Marzo Aprile
Maggio Giugno Luglio Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre
 
 


Home Page